Non sono mai stato un grande lettore, anzi… si può dire che fino a qualche anno fa non leggevo per niente, se non qualche articolo qua e la sulla rete. In fondo pensavo quello che molti di voi stanno pensando adesso: che senso ha leggersi un libro di così tante pagine, quando poi online si trova di tutto e di più e posso accedere a qualsiasi consiglio o informazione in pochi istanti?

Premetto che sto parlando di lettura in ambito della crescita personale (quindi non so se i concetti che troverete di seguito vanno bene anche per letture narrative, etc…).

Bene, la risposta a questa domanda per quanto semplice e banale possa essere, mi è arrivata solo dopo circa 29 anni della mia vita:

leggere un libro è un’esperienza unica ed è anche il miglior modo per apprendere un concetto perché quest’ultimo viene sviscerato in ogni sua parte. Ma l’aspetto più importante è che i libri vengono scritti dai massimi esperti di settore con anni se non decenni di esperienza alle spalle. Gli articoli online, spesso e volentieri, vengono scritti dal ragazzino di turno.

Questo aspetto è determinante e, credetemi… se io stessi leggendo questo mio articolo, comunque non mi convincerei. Lo capirei solo e soltanto (com’è avvenuto in realtà) solo dopo aver letto realmente un libro. Me lo ricordo ancora… mi fu consigliato da un mio carissimo amico e si chiama (il libro, non l’amico) Il milionario (chi fa ciò che ama è come un re). Era piccolissimo, l’ideale per me, in fondo non ero abituato a leggere. Si è rivelato un libro stupendo, una storia fantastica che ti entra dentro e ti apre la mente in due.

Avete mai sentito il detto “l’appetito vien mangiando”? Bene, funziona così anche con i libri (ma non mangiandoli…).

 

1 Commento

  1. Pingback: Un nuovo inizio - Giovanni Broegg

Lascia un commento